Ricerca Interna
Change Language: en | de | it

Resort Pattaya Beach

Elenco dei migliori resorts ed hotels a Pattaya Beach.
Paradise Cottage
Resort nel complesso gradevole ma non con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Offre bungalows in bamboo arredati in maniera semplice con bagno esterno. Comodi il wifi gratuito ed i lettini in spiaggia. Il proprietario è italiano.
Green View Beach Resort
Il Green View Beach Resort è sito direttamente su Pattaya Beach. Offre bungalows semplici ma comunque ben curati e puliti ad ottimi prezzi. Non aspettatevi il lusso ma per chi è alla ricerca di un alloggio gradevole a prezzi modici, questa è la soluzione che fa per voi. Il proprietario è un signore italiano molto simpatico e disponibile.
Daya Resort
Il Daya Resort ha alcuni bungalows sulla spiaggia ed altri siti più all'interno che costano circa la metà. I prezzi sono davvero interessanti anche perchè i bungalows sono abbastanza spartani ed arredati in maniera semplice. Ha anche un ristorante molto carino con tavoli direttamente sulla spiaggia.
Sabai Resort
Il Sabai Resort è un resort molto bello dall'ottimo rapporto qualità-prezzo, per quello che offre i prezzi sono davvero ottimi. Ha 239 camere ben arredate e disposte in 3 zone differenti, ognuna delle quali ha una propria piscina.
Bundhaya Resort
Il Bundhaya Resort non offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. Camere carine ma la pulizia lascia a desiderare. Il resort ha anche un buon ristorante ma forse troppo caro rispetto agli standard thailandesi.
Varin Beach Resort
Questo resort offre diverse tipologie di bungalows, da quelli in legno a quelli in muratura, da quelli più economici a quelli più cari. La colazione compresa nel prezzo consiste in un abbondante buffet e viene servita sulla grande terrazza sulla spiaggia.
Blue Tribes Resort
Carino questo resort dove i 15 bungalows si raggiungono tramite sentieri di sabbia. Sono arredati in maniera semplice ma sono comunque carini. Bello anche il bar sulla spiaggia dove potrete sorseggiare degli ottimi cocktails.

Contenuti a cura di: Astrid Airoldi